Moschea Blu

La Moschea Blu è la moschea più importante di Istanbul. Il suo nome in lingua turca è Sultanahmet Camii, ovvero Moschea del Sultano Ahmed e venne inaugurata nel 1617 durante il mandato di Mustafa I.

Architettura

Anche se a prima vista sembra grande quanto Santa Sofia, le sue dimensioni reali sono circa la metà: la cupola misura 23 metri di diametro e 43 metri d'altezza.

La Moschea Blu possiede sei minareti, un fatto che all'epoca della sua costruzione scatenò una certa polemica, giacché era lo stesso numero di torri della Mecca. Posteriormente, per placare gli animi dei fedeli, alla Mecca venne aggiunto un settimo minareto. 

Interno

Entrando nella Moschea Blu si comprende subito il perché del suo nome: più di 20.000 piastrelle di ceramica turchese adornano le pareti superiori e la cupola della moschea. Le piastrelle provengo dalla città di Nicea, l'attuale İznik.

L'illuminazione della moschea proviene dalle oltre 200 vetrate e dai lampadari che pendono dal tetto.

Consigli

Per entrare nella Moschea Blu (come in tutte le moschee) dovrete indossare abiti appropriati e togliervi le scarpe prima di entrare. Le donne dovranno avere le spalle e il capo coperti. Se non disponente di uno scialle per coprirvi, all'ingresso vi lasceranno tutto l'occorrente.

Durante le ore di culto, l'accesso alla moschea per i turisti viene sospeso.

Orario

Tutti i giorni, dalle 9:00 alle 19:00 (chiude durante l'orario di culto).

Prezzo

Accesso gratuito

Trasporto

Tram: Sultanahmet, linea T1.