Documentazione necessaria

Documentazione necessaria

Qui troverete le informazioni relative ai documenti necessari per viaggiare in Turchia in base alla nazionalità del visitatore.

Cittadini italiani

I turisti italiani che si recano in Turchia (via aerea e marittima) per un massimo di 90 giorni non hanno bisogno del passaporto, ma devono disporre soltanto della Carta d’Identità (valida per l’espatrio con almeno 6 mesi di validità residua). Non è invece riconosciuta la Carta d’Identità con timbro di rinnovo o proroga.

Se si vuole viaggiare con il passaporto, lo stesso dovrà avere una validità residua di almeno 6 mesi. Non è richiesto alcun visto. La recente normativa italiana prevede l’obbligatorietà di documentazione anche per i minori (passaporto o Carta d’Identità personale).

È invece assolutamente necessario il passaporto, in condizioni di perfetta integrità e con una validità residua di almeno 5 mesi, per coloro che entrano nel Paese, per via terra e ferroviaria, dai confini del sud-est ed est della Turchia, ovvero dalle frontiere con la Georgia, l’Azerbaigian e la Repubblica Autonoma del Nakhicevan, l’Iran, l’Iraq e la Siria, (la frontiera con l’Armenia risulta, al momento, chiusa).

In ogni caso, il passaporto deve avere almeno una pagina libera, per l’apposizione dei timbri di entrata ed uscita.

Ai titolari di documenti che non presentino le sopra citate caratteristiche non sarà consentito l’ingresso nel Paese.

Segnaliamo che, quando fermati per respingimento in frontiera, non sempre è consentito contattare il proprio Consolato/Ambasciata.

Ci sono invece nuove procedure per la richiesta dei visti se ci si reca in Turchia per motivi diversi dal turismo, ad esempio studio o lavoro (e per altre nazionalità). Dal 5 gennaio 2016 le richieste per tutte le tipologie di visto dovranno essere effettuate attraverso la seguente pagina web:

Tramite il citato portale i richiedenti dovranno compilare il formulario di richiesta, caricare i documenti richiesti e richiedere un appuntamento presso la rappresentanza diplomatico-consolare competente per la presentazione degli originali.

È obbligatorio il possesso di un’adeguata copertura assicurativa sanitaria per eventuali spese mediche necessarie durante il soggiorno nel Paese.

Paesi che non hanno bisogno del visto

Soggiorno di massimo 90 giorni (passaporto con validità minima di  3 mesi): Andorra, Argentina, Bolivia, Bulgheria, Cile, Corea del Sud, Danimarca, Ecuador, El Salvador, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Giappone, Grecia, Honduras, Hong Kong, Islandia, Iran, Israele, Liechtenstein, Lussemburgo, Malasia, Marocco, Monaco, Nueva Zelanda, Nicaragua, San Marino, Singapore, Svezia, Svizzera, Trinidad e Tobago, Tunisia, Uruguay, Città del Vaticano, Venezuela.

Soggiorni di massimo 60 giorni (passaporto con validità minima di 2 mesi): Bosnia ed Erzegovina, Croazia e Macedonia.

Soggiorni di massimo 30 giorni (passaporto con validità minima di 1 mese): Costa Rica, Kazakistan, Kirghizistan e Macao.

Paesi che hanno bisogno del visto

Soggiorno di massimo 90 giorni: Australia, Austria, Antigua e Barbuda, Bahamas, Barbados, Belgio, Canada, Caraibi, Giamaica, Haiti, Hong Kong (passaporto britannico), Irlanda, Malta, Maldive, Olanda, Oman, Portogallo, Repubblica Dominicana, Spagna, Slovenia, Regno Unito e Stati Uniti.

Soggiorni di massimo 60 giorni: Albania, Bielorrussia, Ucrania e Russia.

Soggiorni di massimo 30 giorni: Armenia, Azerbaigian, Bahrein, Estonia, Cipro, Ungheria, Giordania, Lettonia, Lituania, Moldavia, Norvegia, Polonia, Romania, Slovacchia, Tagikistan, Turkmenistan, Serbia e Montenegro.

Paesi non inclusi

Hanno bisogno di un visto e devono ottenerlo presso l'ambasciata turca più vicina.